//
you're reading...
Uncategorized

STRATEGIA E OBIETTIVI 2014 del CARPINO FOLK FESTIVAL

Il 28 dicembre 2013 si è svolta l’assemblea dei tesserati dell’Associazione Culturale Carpino Folk Festival. Davanti ai Sindaci del Gargano intervenuti il Presidente, Mario Pasquale Di Viesti ha relazionato in merito alle azioni che il festival della musica popolare intente realizzare nel nuovo anno.

1546021_10201191962146887_462402344_n[1]«Con riferimento agli obiettivi che intendiamo raggiungere nel 2014 tutto dipenderà come sempre per il nostro festival dalle approvazioni che otterremo. Quindi parlando di obiettivi dobbiamo per forza di cose parlare della nostra progettazione.
Ebbene ribadire subito che il Carpino Folk Festival ogni anno viene realizzato solo perché i suoi progetti vengono presentati agli enti, sottoposti alle commissioni di valutazione e quindi condivisi e finanziati se meritevoli.
Non facciamo la questua, ma concorriamo con molti altri competitor e tra mille difficoltà per ottenere punteggi che ci consentono di essere finanziati.

A questo proposito:
– Siamo in attesa dell’approvazione di un progetto nazionale con la Presidenza del Consiglio dei Ministri dal Titolo LE RADICI DEL FUTURO.
Il progetto prevede una fase iniziale di ricerca e analisi del contesto locale per realizzare una mappatura degli antichi mestieri locali a rischio di estinzione, o già estinti, e della cultura orale ad essi connessa; quindi l’individuazione dei mestieri su cui intervenire e attraverso l’attività di promozione l’individuazione dei giovani da coinvolgere attraverso il coinvolgimento dei centri e delle associazione giovanili locali, delle stesse botteghe artigianali. Seguirà la creazione di laboratori artigianali di 5 mestieri individuati sia con riferimento al rischio di estinzione sia rispetto alle propensione dei giovani individuati e alle loro aspettative.
Individuazione dei prodotti artistici sui quali si concentrerà la produzione sperimentale, con priorità per i prodotti ad elevato appeal di mercato, ma sempre saldamente legati alle radici delle identità e delle tradizioni locali.
Il progetto si rivolge ai giovani italiani e stranieri con permesso di soggiorno, della fascia di età compresa tra i 18 e i 35 anni con priorità per le giovani donne e i soggetti svantaggiati.

– Nei giorni scorsi il Comune di Carpino ci ha chiesto di scrivegli un progetto per la linea cultura della Regione Puglia e quindi abbiamo pensato che per diffondere e promuovere la cultura popolare ed offrire giusto riconoscimento e visibilità ai portatori di cultura, ma anche per valorizzare e trasmettere le caratteristiche del nostro territorio, mettendone in evidenza le ricchezze, i cambiamenti e le diversità in un’ottica di promozione e sviluppo, fosse opportuno istituire il PREMIO CANTORI DI CARPINO e veicolare l’arte del tramandare la cultura popolare con i LABORATORI DI COMUNITÀ.
Il Comune ha presentato il progetto lo scorso 30 novembre.

– Abbiamo presentato ad un’importante istituzione che sostiene la musica nel nostro territorio PUGLIA BITE, se ricordate è il progetto che prevede la creazione di un’orchestra strumentale e vocale centrata sulla musica popolare pugliese e sull’entusiasmo e la professionalità dei migliori musicisti della Puglia.
E’ la produzione che abbiamo dato vita nel 2011 coinvolge 25 giovani specialisti di diversi strumenti della tradizione e cultori di un repertorio vocale specifico che va dal Gargano, al Tavoliere, alla Murgia fino al Salento.
Se ci verrà data l’opportunità vorremmo tornare ad avere una nostra produzione qualificata da riproporre nel nostra cFF e poi dopo in giro nei teatri italiani.

– Abbiamo in programma la progettazione della SETTIMANA SANTA all’interno delle chiese rurali del Gargano.
In Puglia gli eventi legati alla Settimana Santa sono da sempre stati un importante riferimento per la collettivitá in termini di partecipazione e di coinvolgimento emotivo.
Abbiamo intenzione di coinvolgere 2/3 comuni del nostro territorio che nel tempo sono riusciti a non contaminare il patrimonio di tradizioni legato agli antichi riti della Settimana Santa ad es. Vico del Gargano.

– Stiamo valutato l’opportunità economica di commissionare una monografia su Mike Maccarone, composta da un libro/cd, che verrà presentato durante il festival.

– Infine ma non per ultimo come tutti gli anni abbiamo presentato il progetto del CARPINO FOLK FESTIVAL 2014 alla Regione Puglia.

Posso già oggi dirvi che la XIX edizione si svolgerà per le attività che riguardano strettamente Carpino nella settimana dal 04 al 10 Agosto.
Per il tema che caratterizzerà il festival abbiamo due idee, ma nessuna delle due al momento è ancora matura. Quindi vi comunicheremo la scelta più avanti.
Il nostro progetto di festival mira a consolidare tutte le attività che negli ultimi anni abbiamo realizzato, quindi come ha ricordato Luciano Castelluccia il CARPINO FOLK FESTIVAL con la sezione a Largo San Nicola e gli spettacoli in Piazza del Popolo, il festival che coinvolge il territorio con le anteprime nei comuni che ne faranno richiesta, il CANTAR VIAGGIANDO sui binari e nelle stazioni delle Ferrovie del Gargano e il CARPINO FOOD FESTIVAL per la valorizzazione dei nostri prodotti tipici dell’agroalimentare.

Oggi però devo responsabilmente essere estremamente franco. Il CFF nasce a Carpino come festival per omaggiare i Cantori tradizionali in genere e i cantori di Carpino in particolare. Col tempo per rimanere ancorati al nostro territorio e per rispondere alle finalità e ai criteri di selezione imposti dalla programmazione triennale regionale il nostro festival si è caratterizzato 1) come un festival del territorio, ci siamo assunti l’impegno di realizzare una piccola azione di marketing territoriale, e ci siamo differenziati da altre realtà festivaliere per l’innovazione 2) del Cantar Viaggiando e quest’anno con la sperimentazione 3) del Carpino Food Festival.
Abbiamo voluto mantenere tutte le nostre attività e vorremmo continuare a realizzarle. Ma abbiamo bisogno degli enti locali e se nei prossimi mesi non troveremo la necessaria collaborazione da parte loro vorrà dire che non sono interessate al nostro progetto e quindi l’Associazione dovrà trarre le dovute conclusioni e smettere di sbattersi al prezzo di danneggiare la sua prima finalità.
Per non generare equivoci voglio essere chiaro. L’Associazione tiene molto al progetto del Cantar Viaggiando, ma se quest’anno le Ferrovie del Gargano si limiteranno nella collaborazione a metterci a disposizione i soli vagoni del treno senza sostenere i costi degli artisti che il CFF coinvolge allora non ha senso per il CFF continuare a promuovere il turismo lento ed eco-sostenibile.
Stessa cosa vale anche per i Comuni. Noi siamo consapevoli che di risorse non ce ne sono in giro e che quelle poche che ci sono debbono essere utilizzate per fini prioritari, ma questo vale anche per il CFF.
Collaboriamo insieme per utilizzare al meglio quei pochi soldi che abbiamo, ma come l’Associazione non pensa di mungere una mucca che non fa latte, non è altrettanto giusto pensare che la nostra Associazione possa metterci oltre all’impegno dei suoi iscritti per organizzare il tutto anche i soldi degli artisti che si debbono esibire. Non accadrà.
Quest’anno vorremmo realizzare almeno due 2/3 appuntamenti itineranti. Se il Presidente Pecorella sarà ancora disponibile mettendo insieme il contributo del Parco con quello dei Comuni interessati vorremmo realizzare delle serate di spettacolo e non delle semplici anteprime del festival di Carpino. Per l’associazione non chiediamo nulla. Solo di pagare tutti i costi che gli spettacoli necessitano.

Anche per il Carpino Food Festival dobbiamo essere seri. Noi vogliamo che questa sezione del festival sia l’occasione per comunicare la nostra tradizione e la nostra cultura rurale al mondo che arriva nella nostro paese in quei giorni.
Ma nessuno può pensare che l’organizzazione del festival possa occuparsi di tutto. Qui è necessaria e fondamentale la partecipazione degli operatori locali che cercheremo insistentemente nei prossimi mesi.
E’ la loro la vetrina e loro debbono organizzarla.

Infine un invito a tutti i sindaci presenti.
Nel 2009 la Regione Puglia ha sottoscritto un accordo speciale col Touring Club Italiano per sostenere i Comuni pugliesi che si candidassero per ottenere la “Bandiera Arancione”: il marchio di qualità turistico-ambientale destinato alle piccole località d’eccellenza dell’entroterra che si orientano verso un turismo responsabile, evoluto e di qualità, in grado di valorizzare il territorio, le sue identità e le sue caratteristiche peculiari.

Il 20 dicembre scorso è stata pubblicata la Legge regionale n. 44 contenente le “Disposizioni per il recupero, la tutela e la valorizzazione dei borghi più belli d’Italia in Puglia”.

Con questa legge la Regione Puglia finanzierà gli interventi finalizzati alla valorizzazione del patrimonio culturale, materiale e immateriale, alla riqualificazione urbana, alla conservazione e al restauro del patrimonio edilizio e degli spazi liberi de “I borghi più belli d’Italia”, dei Siti UNESCO, delle Città Slow, dei comuni che hanno ottenuto la Bandiera Arancione e dei Borghi Autentici situati in Puglia.

L’invito che vi rivolgiamo è di avviare il percorso virtuoso per candidare i nostri comuni all’ottenimento della “Bandiera Arancione” per migliorare la qualità della vita delle nostre comunità ed in subordine per aprire un’autostrada verso questa nuova fonte di finanziamento regionale».

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Archivi

I tuoi cinquettii

Ospiti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: