//
you're reading...
Tutti i post

Omicidio di Carpino neanche l’autopsia svela il mistero

Continua il giallo sulla morte di Michele Bramante il pensionato di 68 anni, il cui corpo è stato trovato domenica sera nella sua abitazione con una profonda ferita alla gola.
I carabinieri subito dopo il ritrovamento del corpo dell’uomo hanno fermato la moglie accusandola di omicidio volontario.
Nella tarda serata di ieri, infatti, è stata eseguita l’autopsia sull’uomo che doveva essere utile per capire se effettivamente l’anziano era stato ucciso e, dunque, verificare la posizione della moglie. L’autopsia, secondo alcune indiscrezione non avrebbe fornito elementi utili tanto che i medici legali hanno chiesto altro tempo per eseguire degli esami istologici sui tessuti prelevati dalla gola dell’uomo: la zona dove, secondo la prima ricostruzione dei carabinieri sarebbe stato colpito con un punteruolo provocandogli l’emorragia che lo ha ucciso.
Dunque qualche informazioni in più potrà essere nota soltanto nella tarda serata di oggi. Solo dopo l’esito degli esami istologici il gip del tribunale di Lucera potrà decidere se confermare o meno il fermo della moglie di Michele Bramante.

Una coppia afflitta da tempo da gravi problemi di salute

     •C A R P I N O.- Michele Bramante abitava a ‍Carpino, in vicolo "Vesuvio", a poche decine di metri dalla chiesa di san Cirillo, insieme alla moglie, A.R. cinquantottenne originaria di Rodi Garganico. Padre di due figli, un uomo e una donna entrambi sposati e trasferitisi da molti anni, per motivi di lavoro, in Germania, Michele Bramante era molto conosciuto in paese, una comunità che, per buona parte dell’anno, vive il tran tran quotidiano senza scossoni. Qui tutti si conoscono, come avviene in tutti i paesi di questo Gargano che continua a vedere allungarsi la lista dei giovani che, sempre più numerosi, sono costretti ad emigrare.    Una vita sociale che è tutta nella piccola piazza del paese, il "palcoscenico" di una comunità che, da alcuni anni, vive dell’eco della risonanza della manifestazione   estiva del ‍Carpino folk festival.    La notizia della morte del pensionato ha destato, naturalmente, molto stupore, anche perchè non c’erano stati precedenti che potessero far pensare ad un fatto così tragico.    Una famiglia tranquilla, da   tempo, però, pare che la moglie accusasse problemi di salute, tant’è che, si dice, sia tuttora seguita da specialisti. Stato di salute che, forse, si sarebbe aggravato subito dopo l’intervento a cui era stato sottoposto il marito, per una neoplasia alla gola.    Intervento pienamente riuscito, ma che potrebbe aver aggravato lo stato di salute della signora Bramante .    E anche il fatto che al momento della scoperta del cadavere del marito, i carabinieri pare che l’abbiano trovata in uno stato confusionale potrebbe essere la riprova che per la signora l’intervento chirurgico subito dal coniuge abbia potuto peggiorare il suo stato di salute.    Sono soltanto ipotesi alle quali dovranno dare una risposta gli inquirenti, una volta conosciuti i risultati dell’autopsia.

Annunci

Discussione

Un pensiero su “Omicidio di Carpino neanche l’autopsia svela il mistero

  1.  Penso sia l’ennesimo dramma della solitudine. Si può essere soli anche nella piazza di Carpino, quando tutti pensano troppo a se stessi e non vedono i segnali di quelli che soffrono in silenzio. Purtroppo temo che ne sentiremo tante altre.

    Pubblicato da utente anonimo | febbraio 4, 2010, 12:57 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Archivi

I tuoi cinquettii

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: